E poi Roma | Teatri Uniti

Dal 21 maggio al 2 giugno | Teatro Argentina

La mostra è incentrata sulle relazioni intessute da Teatri Uniti con Roma, a partire dal 1987 anno della sua fondazione, in cui tre realtà della ricerca teatrale – Falso Movimento, Teatro dei Mutamenti e Teatro Studio di Caserta – si univano attorno ai tre registi Mario Martone, Toni Servillo e il compianto Antonio Neiwiller, per dare vita ad un «laboratorio permanente per la produzione e lo studio dell’arte scenica contemporanea».

Per oltre trent’anni il gruppo ha intrecciato in maniera innovativa il linguaggio teatrale con quello musicale, quello delle arti visive, del cinema e dei nuovi media realizzando allestimenti di testi classici e contemporanei sui palcoscenici più prestigiosi dei quattro continenti, e producendo alcuni significativi film indipendenti, premiati nei principali festival internazionali, da Venezia a Cannes, da Berlino a Locarno, da San Sebastian a Mar del Plata, da New York a Toronto.

Mostra promossa dalla Regione Campania realizzata da Scabec Spa, Fondazione Campania dei Festival e Teatri Uniti in collaborazione con il Polo Museale della Campania curatela di Maria Savarese coordinamento scientifico di Laura Ricciardi

il logo “EPPOI ROMA” è di Lino Fiorito